REVISIONE DELLO STRUMENTO MILITARE: la bozza dello “Schema di Decreto Legislativo” e i piani di riorganizzazione di tutte le Forze Armate.

Roma -

Come anticipato per la "razionalizzazione" dell'Area Logistica", il Ministero della Difesa ha già pronto nel cassetto la bozza dello “Schema di Decreto Legislativo” da adottarsi in attuazione della Delega al Governo per la "revisione dello strumento militare nazionale" comprensivo dei piani di riorganizzazione di tutte le Forze Armate.

Apprendiamo la notizia dalla pubblicazione del documento completo sul portale dei militari ForzeArmate.org

Riteniamo importante mettere a disposizione anche del personale civile la bozza del documento, al fine di una maggiore comprensione delle portata storica dei provvedimenti di riorganizzazione che interesseranno migliaia di lavoratori.

Non appena avremo la possibilità di analizzare a fondo la bozza, sicuramente esprimeremo le nostre impressioni.

Alla base della "spending review del ministro Di Paola", c'è la razionalizzazione o l’unificazione di comandi, enti e strutture legate alla logistica, alla formazione ed all’amministrazione specialmente dove queste sono analoghe tra Esercito, Aeronautica e Marina.

L’obiettivo dell’ammiraglio è di ridistribuire le percentuali dei fondi assegnati.

Questa riforma prevede la riduzione di 10.000 unità in tre anni per il personale cilile con l’obiettivo di conseguire maggiore efficienza organizzativa ed operativa, senza incidere sul contenimento delle spese e non toccando gli sprechi e le tasche di chi permette tutto questo, con il forte rischio di mettere in mobilità i lavoratori.

USB Difesa è contraria a queste scelte politiche che non tengono in considerazione lo spreco di denaro in continua crescita all'ombra della cosiddetta Difesa.