AID – SBLOCCATE LE ASSUNZIONI DEGLI INTERINALI A SEGUITO DELL’INCESSANTE VERTENZA DELLA USB DIFESA!

AID – SBLOCCATE LE ASSUNZIONI DEGLI INTERINALI A SEGUITO DELL’INCESSANTE VERTENZA DELLA USB DIFESA!

 

Roma 10 maggio 2015.

 

Il giorno 6 maggio presso Palazzo Esercito si è tenuto il tanto atteso incontro con la Direzione dell’AID a seguito di specifica e dettagliata richiesta formalizzata dall’USB in data 16 aprile 2015. La richiesta indirizzata al Direttore delle AID, Ing. Anselmino, riguardava essenzialmente le criticità riscontrate durante gli incontri tenutisi con i Lavoratori negli Stabilimenti dell’Agenzia Industrie Difesa e relativi ai processi lavorativi, la necessità dello sblocco delle assunzioni interinali e le precarie condizioni ambientali in cui opera il personale dell’Agenzia Industrie Difesa.

 

L’AID, rappresentata dall’Ing. Pierluigi Palmigiani, dopo aver sottoposto ai presenti l’integrazione delle altre somme che saranno destinate al FUS come da accordo Nazionale FUA 2014, non sottoscritto dall’USB, ha fornito alcune informazioni a riscontro della precitata richiesta con riferimento alla Pianta Organica, dotazioni organiche, assunzioni interinali, situazione degli Stabilimenti come da obiettivi contenuti nel Piano industriale e formazione di nuovo Personale.

 

Riguardo alla Pianta organica, che nei prossimi giorni sarà firmata del Ministro, USB ha posto l’accento sulla necessità che la stessa, dopo la pubblicazione, sia oggetto di discussione e analisi da parte delle OO.SS. e RSU di ogni Stabilimento al fine di verificare le dotazioni organiche professionali da inserire nelle varie articolazioni dei processi lavorativi.

 

In merito alle dotazioni organiche e alla necessità di prevedere un ricambio delle professionalità specialistiche, indispensabili per lo standard di qualità dei vari processi produttivi, sono stati predisposti i primi bandi per nuove assunzioni con contratto interinale per la durata iniziale di tre anni. Gli stabilimenti interessati saranno Fontana Liri e Baiano di Spoleto per circa cinquanta unità tra personale specializzato e Funzionari. Saranno impiegate le Maestranze presenti come Formatori.

 

Per altri Stabilimenti, con particolare riferimento all'Arsenale di Messina, è allo studio un percorso di formazione tirocinio per ragazzi da concordare con le Università presenti sui territori.

 

Inoltre è allo studio la possibilità che lo Stabilimento di Capua entri a far parte dell’AID.

 

Per quanto riguarda gli aspetti riguardanti la sicurezza sul lavoro, in cui USB ha denunciato situazioni di gravità in alcuni settori lavorativi e, per i quali è necessario avviare un piano di risanamento ambientale urgente, l’AID si è impegnata a sottoporre al Segretariato Generale la problematica, perché competente per la programmazione degli interventi.

 

Ovviamente su tale questione USB non tollererà ancora il disagio che espone il Personale ad un livello di rischio elevato, riservandosi di denunciare le inosservanze, alle autorità competenti.

 

 

Per quanto attiene la problematica concernente la ridistribuzione di quota parte degli utili, necessari a compensare l’incremento delle prestazioni lavorative per gli Stabilimenti che hanno superato o raggiunto il pareggio di bilancio, l’AID ha confermato la remunerazione per il solo stabilimento di Baiano e forse di Firenze, ma non ha quantificato la percentuale, poiché subordinata agli utili come da bilancio consuntivo di fine anno 2014 che è in via di definizione.

 

L’USB ha ribadito la richiesta alla Direzione dell’AID che venga contrattata e stabilita una percentuale di utili da redistribuire ai lavoratori degli enti interessati e che, comunque, non potrà essere inferiore a quanto già riconosciuto negli enti per casi analoghi.

 

Trattandosi di atti pubblici, abbiamo chiesto l’acquisizione, tramite una informazione preventiva, di tutti i bilanci dei singoli Stabilimenti.

 

Sarà nostra premura tenervi aggiornati sugli sviluppi degli argomenti discussi.

 

 

 

COORDINAMENTO NAZIONALE DIFESA USB P.I.