Pubblico Impiego Ministero della Difesa

ISTITUZIONE DEL FONDO INTEGRATIVO DEL TRATTAMENTO ECONOMICO DEL PERSONALE CIVILE DEL MINISTERO DELLA DIFESA

Dopo oltre un anno, il Gruppo di Lavoro ha ultimato i lavori con la proposta d’inserimento dell'articolo come sotto riportato, da integrare nel Codice dell'Ordinamento Militare nel quale dovrebbe finalmente essere riconosciuta la specificità al Personale civile. Inoltre le OO.SS. sono state informate circa l'iter riguardante la tabella di equiparazione che sarà predisposta entro il 30 novembre.
 
Questo in sintesi l'esito dell'incontro tenutosi il giorno 10 ottobre a Roma con il Sottosegretario alla Difesa, On. D. Rossi, al quale abbiamo proposto la necessità di conoscere l'entità del fondo in considerazione dei risparmi di spesa riportati nel Documento Programmatico Pluriennale per la Difesa 2016-2018. Risparmi di spesa operati sulla pelle dei Lavoratori, consapevoli di essere assoggettati ad una Legge di riordino mai operata in alcun Dicastero, qual è quello della revisione dello Strumento Militare che sta generando malessere e turbative in tutto il Personale degli Enti interessati, a seguito di provvedimenti contenuti nel Decreto Ordinamentale 7/ 2014, e aggravato ulteriormente dalle modifiche apportate di recente che vedono interessati altri Enti.
 
A fronte di tutto ciò, il Personale civile non ha beneficiato di alcuna agevolazione né tantomeno d’incrementi salariali.
 
E' stato proprio tale malessere, ampiamente diffuso tra i Lavoratori che ha dato origine alla forte richiesta del riconoscimento al pari della componente Militare sulla specificità dei compiti e funzioni svolti in tutti questi anni.
 
Richiesta accolta solo da USB e Intesa, la cui sottoscrizione delle migliaia di Firme dei Lavoratori consegnati nelle mani del Ministro il 22 dicembre scorso, ha portato a tale conclusione che non ci soddisfa per nulla poiché non è stato comunicato l'importo del fondo che, come ripetuto dovrà essere Tabellare e non contrattabile.
 
Appare evidente che la problematica, molto sentita tra il Personale, sia portata a conclusione da parte del vertice Politico e Militare, poiché un’eventuale illusione scatenerà inevitabilmente quella rabbia dei Lavoratori che a giusta ragione faranno esplodere in tutti gli Enti con iniziative nel rispetto della libertà di Manifestare il proprio dissenso.

 

Coordinamento Nazionale Difesa