Alcune "doverose" precisazioni riguardanti la minore quota procapite del FUA 2009 rispetto al precedente 2008.

Roma -

In un recente comunicato, per la precisione il n.3 del 25/02/2009 inviato a tutte le strutture, il coordinatore generale CISL metteva in evidenza come alcune OO.SS. avessero divulgato comunicazioni costruite "ad hoc" con il fine di evidenziare una minore quota procapite del FUA 2009 rispetto al precedente 2008.

Con un pò di pazienza (la nostra!) e la dovuta rassegnazione, i nodi vengono sempre al pettine e dimostrano la cruda realtà.

 

In allegato, il prospetto in bozza fornitoci da Persociv alla vigilia dell'apertura del tavolo riguardante il FUA 2009 previsto per il 31 marzo e il prospetto delle somme distribuite con l'accordo del FUA 2008.

Si deduce inconfutabilmente che ad oggi la somma procapite al netto degli oneri carico del datore di lavoro da 1.562,46 euro del 2008 scende a 1.095,00 euro nel 2009, a fronte anche di una riduzione di dipendenti che da 32.751 del 2008 passa a 31.618 al 2009.

 

Diversamente da quanto affermato nel sudetto comunicato e alla luce della delibera n.15/09 del Comitato Direttivo dell'Aran, vogliamo anche precisare che "il sistema delle relazioni sindacali vigente" non esclude le OO.SS. non firmatar ie del CCNL 2008-2009 "dalla titolarietà nella trattazione di tali materie."

 

Se di strumentalizzatori e manipolatori si parla, questi sono da individuare non certo con chi con i fatti dimostra continuamente e coerentemente di non voler prendere in giro i lavoratori e screditare nessuno.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni