IL GENERALE Alberto ROSSO, CAPO DI STATO MAGGIORE A.M.: “FONDAMENTALE IL COSTANTE E PERIODICO CONFRONTO CON LE OO.SS”

Roma -

Roma 24 gennaio 2020. Proficuo e costruttivo confronto tra OO.SS. e Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare nell’incontro tenutosi il giorno 22 gennaio presso la Sala PICCIO di Palazzo Aeronautica a Roma.

Nel corso del nostro intervento,  la Nostra delegazione ha espresso apprezzamento per le iniziative promosse dallo Stato Maggiore riguardanti in particolare: la soluzione definitiva all’annoso problema della ricostruzione dei periodi utili per la  determinazione della pensione dei Lavoratori  mediante il programma informatico “Passweb”,  i seminari informativi periodici concernenti la corretta applicazione delle norme contrattuali e Accordi di Mobilità,  recepimento delle osservazioni presentate dalle OO.SS. in merito ai provvedimenti di riorganizzazione di alcuni Enti, i quali hanno attenuato ed  evitato  i disagi e malessere dei  Lavoratori interessati.

Al contempo ha sottolineato alcune criticità riguardanti la necessità di costanti ed approfonditi controlli giornalieri sulla gestione delle mense, nel rispetto dei contratti di appalto e approvvigionamento delle derrate alimentari.  

Ha espresso la propria disapprovazione circa la mancata stabilizzazione dei Lavoratori assunti a tempo determinato che operano nei Reparti Genio dell’A.M., di cui il Ministro aveva annunciato il provvedimento nella Legge di Stabilità, a cui USB intraprenderà le azioni conseguenziali, stante la rilevanza dell’economicità di spesa pubblica rinveniente dall’ operato di questi Lavoratori, altamente professionali, in grado di operare in modo efficace presso tutti i cantieri dislocati nelle Basi militari.

Infine, ha posto l’accento sull’impiego dei Colleghi impiegati nel servizio di Vigilanza, spesso assoggettati a limitazioni nella fruizione dei propri Diritti e sul mancato riconoscimento di una indennità specifica di rischio. A tal proposito USB ha chiesto ed ottenuto una apposita riunione nella quale rivedere i termini dell’Accordo del 2005, stante l’emanazione di nuove norme di riferimento. 

La riunione è stata improntata, da parte di tutti i Rappresentanti dei Lavoratori, prevalentemente sul disagio, demotivazione e rabbia del Personale Civile della Difesa, a causa della mancata emanazione di provvedimenti normativi certi finalizzati a colmare il gap economico esistente con i Ministeri e la componente Militare. In tale circostanza sono stati illustrati tutti gli effetti negativi che stanno interessando la Forza Armata, come nel caso del blocco del Turn Over, il Piano assunzionale triennale del tutto insufficiente a garantire il ricambio generazionale.

A fine riunione il Capo di SMA, Gen. ROSSO, ha garantito il proprio impegno nei limiti delle Sue funzioni presso l’Organo Politico ed un costante e periodico confronto con il 1° Reparto, preposto alla trattativa degli argomenti illustrati dalle OO.SS.      

Coordinamento Nazionale Difesa USB

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni