IL SOTTOSEGRETARIO ROSSI: MASSIMA DISPONIBILITA' AL CONFRONTO E DEFINIZIONE SU TEMI IMPORTANTI RIGUARDANTI IL RUOLO DEL PERSONALE CIVILE.

 

Roma 21 Novembre 2014: Prepensionamenti ante Fornero, Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa, processo di civilizzazione, incremento indennità al Personale civile, sblocco del turn over e ripristino numero dei tecnici di elevata professionalità con contratto a termine nelle Agenzie Industrie Difesa, indispensabili per il raggiungimento del pareggio di bilancio sono stati alcuni degli argomenti calendarizzati nell’agenda del Sottosegretario alla Difesa, on. Rossi nell’incontro tenutosi a tavoli separati nella giornata odierna.

 

Fatta eccezione per il Libro Bianco, al quale ci è stato chiesto di presentare osservazioni in merito, i restanti argomenti, meritevoli di attenzione soprattutto per il disagio che affrontiamo quotidianamente come Lavoratori sui luoghi di lavoro a causa dei provvedimenti restrittivi ai quali siamo assoggettati, sono le principali problematiche che stiamo affrontando come Coordinamento Nazionale difesa USB .

 

Posti incessantemente all’attenzione del Tavolo politico e Militare, siamo riusciti a convincere gli Stati Maggiori sulla necessità della riapertura delle ex scuole allievi operai, indispensabili per garantire il travaso delle professionalità ai giovani al fine di garantire gli obiettivi prefissati nell’area Industriale.  

 

Scuole ex allievi operai sui quali si potrà eccepire sul termine, di cui almeno Noi non ci vergogniamo, ma di grande rilevanza al fine di accelerare il processo per lo sblocco del Turn Over al fine di consentire il travaso delle professionalità delle Maestranze in favore dei giovani da formare.

Insomma tutti argomenti correlati cui abbiamo chiesto di “studiare” degli incentivi motivazionali per personale legato alla produttività in considerazione dei blocchi contrattuali e accessori.

 

Fermo restando lo stato giuridico che contraddistingue il ruolo del Personale militare da quello civile, appare alquanto doveroso pensare a qualche indennità che possa compensare e motivare il Personale Civile, le cui retribuzioni sono al limite della sopravvivenza.

Nel merito abbiamo osservato alcuni sprechi da cui si potrebbero reperire risorse da destinare al Personale Civile: dai contenziosi legali, alle consulenze e forniture CONSIP.   

 

Il Sottosegretario ha compreso le nostre proposte e si è impegnato a calendarizza appositi incontri in merito al fine di definire quasi tutte le problematiche entro la fine di febbraio dell’anno prossimo.

 

Perciò se ritenete necessaria una voce diversa dal coro, confidate nell’O.S. USB.

 

Roma 21 Novembre 2014

 

COORDINAMENTO NAZIONALE DIFESA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni