Incontro del 26 maggio riguardante la definizione dell'accordo sulle Posizioni Organizzative.

Roma -

In data odierna si è svolto presso la Direzione del Personale Civile un'incontro riguardante la definizione dell'accordo sulle Posizioni Organizzative che ha avuto come esito un nulla di fatto.

La difficoltà nel proseguire le trattative è da attribuire allo scarso senso di determinazione dovuto dalla necessità di operare un taglio al numero delle posizioni levitate nel corso di questi anni, con l’inevitabile malcontento dei lavoratori beneficiati in passato.

La RdB Difesa ha riproposto l’attribuzione di queste posizioni attraverso un riferimento normativo certo (DPR, DLgs o DM) e l’importo del compenso stabilito in un’unica categoria.

Abbiamo sempre rifiutato di condividere l'incremento delle posizioni e gli accantonamenti previsti poiché penalizzano la generalità dei lavoratori della Difesa per i riflessi che determinano sul FUS, in una situazione già molto anomala nella nostra Amministrazione che, in base alle modalità di conferimento previste negli accordi FUA del passato, hanno coinvolto la quasi totalità del personale presente in Terza Area.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni