Lavoratori a tempo determinato: la Commissione Difesa approva l'audizione dei rappresentanti sindacali.

Roma -

Riprende la discussione in Commissione Difesa sulle disposizioni per l'inquadramento di alcune categorie di personale precario, come i lavoratori del Genio Campale, nei ruoli civili del Ministero della Difesa e, in ordine alle tematiche, è stato disposto di costituire un Comitato ristretto, composto da un rappresentante per Gruppo parlamentare, ai fini dell'effettuazione di due separate audizioni (l’una dei rappresentanti dei tre sindacati confederali e l’altra di esponenti delle altre sigle), che potrebbe rappresentare un’efficace soluzione al fine di ottenere elementi conoscitivi di rilievo e della eventuale elaborazione di un testo unificato.

La USB Difesa continua il suo impegno a sostegno della vertenza del personale precario che vede finalmente la possibilità di intervenire nel dibattito politico in corso.   

___________________________________________________________________________________________

 

(1462)RAMPONI. -  Disposizioni per l'inquadramento di alcune categorie di personale precario nei ruoli civili del Ministero della difesa  

(1470)RAMPONI. -  Disposizioni per l'inquadramento dei lavoratori del Genio campale nei ruoli civili del Ministero della difesa  

(1517)PEGORER ed altri. -  Disposizioni per l'incremento della capacità funzionale dei gruppi del Genio campale delle Forze armate

(Seguito dell'esame congiunto e rinvio. Costituzione di un Comitato ristretto)

Riprende l’esame congiunto, sospeso nella seduta pomeridiana del 9 marzo scorso.

Il presidente CANTONI, dopo aver riepilogato l’iter dei provvedimenti in titolo, osserva che, al termine della discussione generale, la Commissione potrebbe deliberare la costituzione di un Comitato ristretto, onde pervenire ad un testo unificato da assumere a base dei lavori.

In tale ambito, potrebbe altresì aver luogo -in sede informale- l’audizione delle rappresentanze sindacali, dalle stesse sollecitata.

Il relatore CARRARA (CN-Io Sud) invita la Commissione a valutare attentamente l’opportunità di proseguire l’esame dei disegni di legge iscritti all’ordine del giorno, anche alla luce degli elementi di criticità sottolineati dal Direttore generale del Lavoro e del Demanio e dal Direttore generale del personale civile della Difesa nelle sedute, rispettivamente, del 6 e del 19 aprile.

Il senatore PEGORER (PD) non condivide quanto poc’anzi rappresentato dal relatore, insistendo per contro sull’opportunità sia di costituire un apposito Comitato ristretto, sia di ascoltare le rappresentanze sindacali, che potrebbero fornire preziosi elementi conoscitivi sulla tematica. 

Il sottosegretario COSSIGA invita a tenere conto, anche nell’individuazione dei soggetti da udire, delle rilevanti diversità, a livello contenutistico, tra il disegno di legge n. 1462 (di carattere generale), ed i disegni di legge nn. 1470 e 1517 (che prendono in considerazione i soli lavoratori del Genio campale).

Ad avviso del senatore TORRI (LNP), l’effettuazione di due separate audizioni (l’una di rappresentanti dei tre sindacati confederali e l’altra di esponenti delle altre sigle), potrebbe rappresentare un’efficace soluzione al fine di ottenere elementi conoscitivi puntuali e di rilievo.

Dopo che il PRESIDENTE ha dichiarato chiusa la discussione generale, la Commissione delibera quindi di costituire un Comitato ristretto, composto da un rappresentante per Gruppo, ai fini dell'effettuazione delle audizioni che si riterranno opportune e della eventuale elaborazione di un testo unificato.

Il seguito dell’esame congiunto è quindi rinviato.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni