RINVIATA LA RIUNIONE SUL FUA 2017 A CAUSA DELLE INCONGRUENZE DEI DATI RELATIVI ALLE PROGRESSIONI PREDISPOSTE DALL'AID

La riunione ha inizio con un intervento introduttivo del D.G.  Ing.  Anselmino che riepiloga l’operato dell’Agenzia nel corrente anno, soffermandosi solo superficialmente in merito alle situazioni di tutti gli stabilimenti.
Nel complesso giudica il trend positivo nonostante le tante difficoltà oggettive rivelate e segnalate dalle OO.SS.
Comunica la sua riconferma alla guida dell’Agenzia e cita il decreto legge per il mezzogiorno che concede 3 anni per il raggiungimento dell’economica gestione e altri 3 anni per una ulteriore valutazione atta a verificare se c’è ancora convenienza a perseguire gli obiettivi.
L’Ing. Anselmino lascia la riunione e, si passa a discutere del FUA 2017 di Agenzia con la Dott.ssa Roberti.

Alcuni interventi dei rappresentanti sindacali presenti fanno emergere delle diversità tra l’accordo sottoscritto a Persociv e la bozza in discussione, preparata ed inviata in visione.
In particolare si evince una diversa considerazione dei titoli di studio, stante la volontà dell’Agenzia di utilizzare i criteri delle progressioni 2016 (criteri riconsiderati invece nell’accordo Persociv) e una incongruenza nelle tabelle che riportano il numero posizioni all’interno dei contingenti delle varie aree, dovuto ad un probabile errore materiale di riporto.

Mentre alcuni rappresentanti sindacali valutano positivamente questa diversità, ritrovando tra i titoli di studio anche la licenza elementare, alcuni altri evidenziano una diversità di trattamento ingiustificabile tra dipendenti del ministeri Difesa e dipendenti dell’Agenzia, invitando la stessa a ricalcare l’accordo sottoscritto a Persociv.

In ogni caso l’incongruenza rilevata, a causa dell’impossibilità a discuterne in modo costruttivo, di fatto, preclude la possibilità di entrare nel dettaglio a fronte di numeri inesatti.

La USB interpellata sulla bozza in questione esplicita che,  coerentemente alla posizione fortemente critica rispetto alle modifiche apportate dalla Funzione pubblica in merito al numero delle progressioni, notevolmente ridotto, ed al successivo accordo non siglato a Persociv che ha  modificato i risultati sperati e sostenuti fortemente, si riserva di produrre una nota a riguardo, non entrando nel  dettaglio della bozza di accordo, essendo l’aspetto inerente ai tagli del numero delle progressioni pregiudiziale al proseguimento della trattativa.
 La riunione si aggiorna quindi al 25 ottobre 2017, alle ore 10,30, previo invio delle tabelle rivedute e corrette.
Riteniamo che dopo l’eventuale sottoscrizione del FUA, si proceda a discutere URGENTEMENTE delle problematiche degli stabilimenti, meritevoli di attenzione da parte della Direzione dell’AID che hanno assunto carattere rilevante. 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni