Misurazione e valutazione della performance dei dipendenti: RSU e OO.SS. diffidano la Direzione del Polo di Mantenimento Pesante di Nola.

Nola -

La diffida della RSU e delle Organizzazioni Sindacali del Polo di Mantenimento Pesante di Nola (comprese CISL e UIL notoriamente favorevoli al sistema di misurazione e valutazione della performance dei dipententi) è la conferma dell'impraticabilità di questo strumento che, su presupposti quali l’ottimizzazione della produttività e dell’efficienza, dimostra nel suo splendore la natura punitiva del provvedimento verso il solo personale civile.

Ben vengano tutte le iniziative di contrasto al decreto 150 che USB Difesa ha lanciato a livello locale.  

A fronte di una evidente perdita di adesioni e credibilità, è bene evidenziare come gli stessi Sindacati che hanno legittimato il decreto 150 e avvallato il sistema di valutazione del personale, oggi si trovano a sostenere le stesse ragioni e la stessa richiesta di sospensione della Diretiva Ministeriale che USB Difesa ha posto nei mesi passati, portando i lavoratori a manifestare il dissenso con la raccolta firme e con iniziative di piazza.    

La USB ha sempre affermato e contrastato il “sistema Brunetta”, strumento politico di propaganda, dannoso per la Pubblica Amministrazione e punitivo per i pubblici dipendenti, con i fatti, a differenza di altre sigle sindacali.

Dignità, credibilità e coerenza sono doti che sicuramente non appartengono a tutti i protagonisti della scena sindacale.

I lavoratori lo sanno, devono solo decidere quando smettere di foraggiare questi falsi sostenitori di diritti e del salario per interessarsi attivamente della  propria condizione lavorativa.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni